Uccise la madre e gettò il suo cadavere nella pineta: condannato 25enne

cadavere-bosco.jpg

Uccise la madre strangolandola e buttò il suo corpo senza vita nella pineta di Nicolosi. Il 29enne Giorgio Coco di Mascalucia è stato condannato anche dalla corte d’appello del tribunale etneo a 12 anni e 4 mesi di reclusione, che dovrà essere scontata nel carcere di piazza Lanza.

Il brutale omicidio avvenne il 13 aprile del 2013 in una villetta di San Giovanni La Punta.

L’omicida aveva telefonato allo zio chedendogli aiuto per sotterrare la donna e spiegandogli che lo aveva fatto perchè gli vietava di fumare. Fu poi recluso nel c.t.a. “villa Chiara del Bosco” di Mascalucia ed i carabinieri hanno eseguito ieri il nuovo ordine d’arresto disposto dal giudice.

Condividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *